GIOVANOTTI MONDANI MECCANICI . GMM Suite . LP
GIOVANOTTI MONDANI MECCANICI . GMM Suite . LP
GIOVANOTTI MONDANI MECCANICI . GMM Suite . LP

Mannequin

GIOVANOTTI MONDANI MECCANICI . GMM Suite . LP

€19.90

Mannequin Records è lieta di presentare per la prima volta su vinile la ristampa della prima colonna sonora video di Giovanotti Mondani Meccanici, originariamente pubblicata nel 1984 come audiocassetta in meno di cento copie. Giovanotti Mondani Meccanici (letteralmente Gioventù Meccanica Mondana) o GMM è stata una delle esperienze audiovisive più inclassificabili emerse in Italia negli anni '80. Maurizio Dami a.k.a. Alexander Robotnick, un membro fondamentale di GMM, era responsabile della produzione musicale del gruppo. Fondato nel 1984 da Antonio Glessi e Andrea Zingoni a Firenze, GMM era un collettivo artistico la cui produzione rappresenta la quintessenza dell'espressione ibrida transmediale postmoderna. GMM ha aperto la strada al genere dei fumetti per computer, ha creato installazioni video, ha sviluppato performance di "identità multipla", ed è stato coinvolto in produzioni di moda, media e musica. Il primo contributo di Alexander Robotnick a GMM è stata questa colonna sonora per il primo video omonimo del gruppo, la versione animata di un fumetto per computer pubblicato casualmente sulla leggendaria rivista Frigidaire. Restaurata da Dami e qui ristampata per la prima volta dalla Mannequin Records, la composizione è stata anche suddivisa in due “suite” e pubblicata come audiocassetta dalla Materiali Sonori, responsabile anche di altre pubblicazioni sia di Robotnick che di GMM.

Determinante in questo lavoro è l'adozione da parte di Dami dell'alphaSyntauri, noto anche come il primo sintetizzatore digitale accessibile (con un prezzo inferiore a $ 2000 quando è stato messo in commercio nel 1980), riproducibile tramite il proprio software, "alphaPlus", sul computer Apple II. Lo stesso computer è stato utilizzato da Glessi per “disegnare” le strisce a 3 bit sceneggiate da Zingoni che raccontano le giostre dei Giovanotti Mondani Meccanici, tre spietati cyborg in completo nero e occhiali da sole che si dividono il tempo tra discoteche, stupri e omicidi. Come Robotnick, Dami ha sviluppato una formula innovativa di Italo disco che era attraente per la pista da ballo ma allo stesso tempo metteva in evidenza le proprietà espressive degli strumenti che usava, in particolare le drum machine Roland e i sintetizzatori Korg. Per la colonna sonora dei video e delle installazioni di GMM, ha lasciato da parte le ritmiche di synth ballabili a favore di suoni ambientali che hanno prodotto atmosfere rarefatte, tensioni psicologiche e stati di coscienza potenziati. Le partiture di Dami per le opere d'arte di GMM potrebbero essere associate alla musica d'avanguardia italiana degli anni '70 e '80,come Franco Battiato, Roberto Cacciapaglia, Francesco Messina e Riccardo Sinigaglia. Analogie potrebbero essere rintracciate anche con l'approccio ludico e umanizzante al personal computer che caratterizza la produzione musicale di Marcello Giombini e Doris Norton

Giovanotti Mondani Meccanici (literally Mundane Mechanical Youth) or GMM was one of the most unclassifiable audiovisual experiences to emerge from Italy in the 1980s. Maurizio Dami a.k.a. Alexander Robotnick, a pivotal member of GMM, was responsible for the group’s music output.
Founded in 1984 by Antonio Glessi and Andrea Zingoni in Florence, GMM was an art collective whose production represents the quintessential expression of postmodern transmedia hybridity. GMM pioneered the genre of computer comics, created video installations, developed “multiple identity” performances, and was involved in fashion, media, and music productions, and later on produced cyberdelic environments, artificial reality projects, and proto-memes.

2021 © MANNEQUIN - 8056099005381 - MNQ140

>>>>> goodfellas